sito88euro

×

Attenzione

Errore nel caricamento del componente: com_tags, Componente non trovato

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Il giudice giusto che difende le famiglie dalla crisi applicando la legge.

acagninoFB2

 

 

Un debito di 100mila euro abbattuto del 40% con il pagamento del dovuto in 120 rate per evitare alla famiglia di 'fallire' dopo che la moglie ha perso il posto di lavoro. Lo ha deciso il Tribunale di Catania omologando un decreto di 'piano volontario di ristrutturazione del debito' in applicazione della legge sul sovra indebitamento.
    Secondo il giudice Marisa Acagnino "sono molte le richieste e riguardano famiglie che perdono il reddito da dipendenti". I creditori non possono rifiutarsi.

Non è la prima volta che il giudice Acagnino di distingue dai suoi colleghi per un icredibile capacità umana di interpretare la legge sempre a favore dei deboli e dei bisognosi, un giudice competente che svolge con onore il suo ruolo di baluardo della legge in una società martoriata dalla crisi e dalle ingiustizie. 

Un guerriero Marisa Acagnino, che ogni giorno trasforma la società Catanese in una società meno squilibrata dal punto di vista della parità dei diritti.

Luca Conti 

Valutazione attuale: 5 / 5

Star ActiveStar ActiveStar ActiveStar ActiveStar Active

Chissà se i Cinesi che vivono e lavorano a Palagonia sanno che a poche centinaia di metri dai loro negozi vive e lavora, un allievo di IP CHUN.

bong

 

Yip Man fu un insegnante Cinese di arti marziali, il primo ad insegnare liberamente la nobile arte del Wing Chun, Bruce Lee fu suo allievo dal 1954 al 1957.

Il figlio di Yip Man, Ip Chun continua fino ad oggi la tradizione di famiglia ed anche lui ha avuto allievi in tutto il mondo e tra questi, il Maestro Giuseppe Mannuzza che da anni rappresenta nella provincia di Catania con il suo centro sportivo i piu' alti valori dello sport e della competizione sportiva.

La storia del Wing Chun ( pugilato dell' eterna primavera ) affondano nella leggenda Cinese, molte sono infatti le fonti che indicano la sua nascita, dalla fuga da antichi monasteri in fiamme fino all' insegnamento filiale tramandato nei secoli ciò che si sa per certo è che la sua origine è probabilmente iniziata circa 250 anni fa in una provincia meridionale della Cina.

Si dice anche che il primo maestro di questa gloriosa arte di combattimento fosse una donna, Yim Wing Chun, discepola di Ng Mui, questa poi, passò il suo insegnamento al marito che a sua volta lo passò ad altri, fino ad arrivare ai giorni nostri.

E la stessa linea di sangue che ha istruito Bruce lee alla fine è arrivata anche a Palagonia, in questo paese della provincia Catanese, dove non mancano le eccellenze in ogni campo, e chi ha avuto l'onore di essere stato allievo del Maestro Mannuzza sa bene cosa significa la parola Sport e competizione.

Chi è cresciuto con lui infatti non può che provare orrore per le cose che stanno succedendo in questi giorni (mentre scriviamo succedono i fatti dell'olimpico e la polemica politica connessa), ed è stato proprio pensando a questi contesti che ho ben ricordato i valori che mi ha trasmesso il Maestro.

Da lui tutti abbiamo imparato che lo sport è vita, allegra fratellanza, serio ed onorevole confronto, e ricordo ancora quando e come si arrabbiava quando durante un combattimento partiva, anche solo accidentalmente, un colpo basso o un comportamento che non era dignitoso, per un guerriero.

E se Sport è stare insieme non c'è luogo migliore al mondo dove farei crescere mio figlio se non tra le pareti del centro Mannuzza di Palagonia, sotto il severo ma bonario sguardo del grande allievo di Ip Chun.

Qui piu' di ogni altro posto un ragazzo, ma anche un uomo, può imparare la profonda nobiltà dello sport ma anche la semplicità dello stare insieme e la voglia di migliorarsi e competere ai massimi livelli coltivando sentimenti positivi e non di odio.

Sapersi difendere, imparando a farlo con dignità e onore, questo mi è rimasto del maestro impresso nella mente, cercando di essere sempre un avversario degno di essere combattutto ma anche salutato.

Mai come adesso, c'è bisogno di ricordare gli insegnamenti del Maestro, affinchè in Italia lo sport torni ad essere quel tipo di competizione in cui attraverso la danza del competere si impara a vivere.

Luca Conti - Raccontiamo Città Network

 

 

 

Joomla templates by a4joomla