sito88euro

inchiestabanner

×

Attenzione

Errore nel caricamento del componente: com_tags, Componente non trovato

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

E ci saranno anche i WOT oggi alla bellissima kermesse musicale Sonica, che quest'anno sarà presentata da Debora Borgese e Nico Libra a Misterbianco.

sonicafest2014

 

La prima serata del Sonicafest (accesso gratuito), presentata da Debora Borgese e Nico Libra, inizia alle ore 21.00 in Piazza Pertini, si esibiranno sul palco 4 band (gruppi/singoli) selezionati dalla giuria del Sonicafest: ToEn, CAMURRIA, WOT e CLONES THERY. Ospiti della serata, che regaleranno una loro performance al pubblico presente, sono GILL e BANDABARDO' (unica data in Sicilia).

Misterbianco si illuminerà di musica giovane, inedita e di grandi band per un movimento di appassionati che travalica le generazioni, musica, quella vera, quella che emoziona sia sul palco che in attesa tra il pubblico. Il Sonicafest quest’anno ha davvero impegnato tantissime risorse per far crescere, anche professionalmente, le nuove band emergenti e i giovani musicisti.

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Gran finale stasera a Piazza Università dell'evento che ha portato Radio Deejay e numerosi artisti come J Ax nell'isola in questi giorni.

radiodeejay

 

 

In diretta radiofonica dalle 18.00 alle 20.00 e poi il concerto finale di Deejay coast to coast, ci saranno Cattelan ovviamente che presenterà la serata, J ax, Emis Killa, Elen Levon, Rocco Hunt, Ozark Henry, Francesco Rossi, Max Pezzali, insomma una grandissima serata di musica e divertimento nello splendido scenario di Piazza Università.

Valutazione attuale: 1 / 5

Star ActiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

E' stato semplicemente un flop, ma da tutte le parti si ostinano a coccolare " il maestro " per non farlo sentire a disagio.

battiatoflop

 

 

Un flop la rassegna " la natura della mente " conclusasi nel fine settimana con una scarsissima partecipazione del pubblico, la kermnesse, organizzata con la direzione tecnica di Battiato e l'agenzia Modenese Imarts. A volte come diceva Freud un sigaro è soltanto un sigaro alludendo alla necessità di dover riconoscere ogni tanto che non sempre si nascondono grandi spiegazioni dietro ad un fatto.

Sia  Battiato che altri artisti come Mario Venuti hanno dato la colpa di tale fallimento al comune ed alla scarsa preparazione dell' evento, alla scarsa predisposizione dei  Catanesi che sarebbero stati descritti da alcuni media locali come persone dai gusti non raffinatissimi e si è addirittura arrivati al punto di parlare di deriva culturale.

Adesso c'è questa nuova novità, se non ti piace Battiato nel paese della cultura per moda, sei poco raffinato se ti va bene o nel peggiore dei casi diventi l' esempio di una cultura che va alla deriva.

Io credo che " il maestro " abbia dato abbastanza artisticamente parlando e che la gente si sia stancata di produzioni come " il tramonto dell' occidente", prossimo album in uscita, perchè il messaggio è sempre uguale da troppi decenni ormai e come un disco rotto si ripete monotono.

Le persone vogliono eventi freschi e divertenti come la prossima fiera Etna Comics per divertirsi e stare bene insieme non per subire i soliti mattoni allucinanti e dover fare finta di divertirsi per passare da acculturato, un pò come quando si va al cinema a vedere un film di Woody Allen, non piacciono a nessuno ma fa figo dire che sono belli (con le dovute eccezioni).

Luca Conti

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Il nuovo single dell'autore Vincenzo Di Silvestro, girati interamente a Catania.

"  il brano nasce dalla mia voglia di fare tutto da solo...come la conquista di una donna che non può essere delegata ad un bravo oratore,poi ad un bravo baciatore e infine arriva l uomo...pure la nascita e creazione di una canzone a volte ha l esigenza di essere tutta figlia dello stesso padre,ragion per cui mi sono cimentato nella composizione,arrangiamento,suonare tutti gli strumenti,cantarla,girare il video e montarlo...una scommessa che qualunque fosse il risultato sarebbe già stata epica x me in partenza. figlia di questa scommessa è la canzone: un giorno ancora "

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive

Si apre il cancello e dopo aver fatto pochi passi vedo già un pò di gente!
Ero partito per fare visita agli Orange Beat (ed alla loro sala prove) ma alla fine mi ritrovo in
un luogo diverso da quello immaginato;conferma di quanto dico è la presenza di un altro
ambiente destinato al"suono"occupato da un'altra band...i Needles..: sono, dunque, all'interno
di una sorta di Factory indie nella quale ognuno si sente a casa..compreso chi scrive..
Giorgio(voce&chitarra), Fabrizio (batteria) ed Alessio (basso) sono i tre componenti degli
Orange Beat: elementi diversi che tendono a combinarsi perfettamente; sono attivi sulla scena
da un pò, tempo che ha permesso ai nostri non solo di cambiare il nome del progetto(ex
Delirium Tremens) ma principalmente di affinare il loro sound, rendendolo più convincente e
personale! L'esito è la produzione(per conto proprio)di una demo, contenente sei ottime tracks,
che così come è strutturata sembra essere un vero e proprio tributo ai gloriosi Novanta, sia in
fase di composizione delle songs, sia in fase di missaggio..unica"lacuna": il mancato
inserimento di Sorprendimi, ottima canzone che nel corso del tempo è stata resa ancora più
efficace, grazie ad una maggiore convinzione nei propri mezzi.


Il songwriting viene affidato esclusivamente a Giorgio.. definisce le proprie canzoni come
"propaggini di vita", prende spunto dalle vicende che (nel bene e nel male)accomunano gli
esseri umani,sente la necessità di comunicare la sua visione di come stanno le cose, avverte
egli stesso l'urgenza dello sfogo: d'altra parte, sentendo la sua voce in cuffia o (ancora meglio)
live, si capisce come possieda un'incredibile padronanza del mezzo.. disinvoltura..riesce a
liberarsi, ad urlare in faccia ma allo stesso tempo ad accarezzare i testi con l'uso(sapiente)del
falsetto (tutta la demo è un continuo alternarsi dei due timbri!).
Tutto questo lavoro viene completato ed esaltato da una sezione ritmica che risulta essere
granitica, basso&batteria si muovono all'unisono.. marciano sui testi,costruiscono trame che
sostengono vigorosamente la chitarra! Quello che maggiormente colpisce è la facilità
impressionante di esecuzione, l'affiatamento simbiotico, la fluidità... Fabrizio, alle pelli, mostra
la sua capacità di tirare colpi in grado di scuotere le montagne (Trema La Terra..), si diverte a
costruire muri sonori che facciano da bersagli a colpi ancora più devastanti;osservando la
performance del bassista, risulta sinceramente difficile comprendere dove finisca l'uomo e
dove inizi il "quattro corde"...evidentemente (è questa l'unica spiegazione logica) già dai
primissimi anni di vita girava per casa con qualcosa di simile ad un basso, mentre tutti
preferivano i trenini o qualcosa del genere!!
Ho avuto anche modo di sentirli dal vivo, ultimamente,per due volte: 20/10 La Cartiera -
27/10 Led Zeppelin.. (ottima la prima,buona la seconda);risultano essere dotati di buona
presenza scenica, interagiscono con il pubblico,si dimenano (soprattutto Alessio..che ricorda
nelle movenze un certo Micheal Peter Balzary meglio noto come Flea..!!); vantano anche
delle esperienze fuori dalla Sicilia (Molise,Abruzzo,Puglia,Toscana,Campania etc. etc.) e tra
queste ricordano come estremamente gratificante il Matese Friend Festival(Molise) dove si è
creata una miscela perfetta tra performance della band e responso del pubblico; a Napoli,
invece, hanno presentato un set acustico dove spicca una inedita Carillon.


Provo a chiedere loro quale sia l'obiettivo che stanno perseguendo, dove vogliono arrivare.. mi
risponde Giorgio: "Il raggiungimento di una meta personale attraverso la nostra musica, la
crescita interiore!Abbiamo alle spalle dieci anni di attività e non abbiamo mai smesso di
credere nel progetto..consideriamo la musica come un'attività a tempo pieno!"
Se invece chiedo del loro background, mi rispondono che la passione per il metal li unisce ed
in particolare Fabrizio:"Adoro ascoltare i Meshuggah, una band trash metal/groove metal
svedese..li trovo destrutturanti - (per via delle partiture di batteria complesse n.d.a.) - e pieni di
distorsioni mentali!!"ma anche Slipknot, Nirvana, Tool, Red Hot Chili Peppers, LedZeppelin, Incubus etc.etc.etc.
Un aneddoto curioso me lo racconta Alessio:"Prima del mio ingresso nella band,Giorgio e
Fabrizio hanno cambiato diversi bassisti..all'epoca li ammiravo molto, li seguivo ed un giorno
mi sono proposto per quel ruolo,nonostante la mia iniziale antipatia per G. (ride)!!"

Freschezza, fantasia, pura energia: tutto questo è Orange Beat (http://www.myspace.com/orangebeat.
com/orangebeat
), una sorta di ricostituente per

l'animo che occorre assumere in grosse quantità affinchè produca i suoi devastanti effetti
nelle nostre inconsapevoli teste...fino a quando "l'azzurro tutto intorno ci farà sentire in
volo"...

 

Joomla templates by a4joomla