inchiestabanner

Valutazione attuale: 0 / 5

Star InactiveStar InactiveStar InactiveStar InactiveStar Inactive
 

 

 

Riciao caro diario, sento troppo il bisogno di parlarti in questo momento forse perché  dentro me i pensieri tornano a farsi più’ chiari e ritrovo la voglia di relazionarmi con me stessa…

Se mi chiedessi quale sensazione sento perennemente ti risponderei: pressione .

Proprio così è diventata  la compagna di ogni mio singolo giorno, mi lacera l’anima ed è colpa sua se non  riesco a vivere come vorrei…perché sotterra ogni spiraglio di libertà’ incondizionata

 

Pressione di richieste non fatte ma volute…desiderate ..fatte intendere

Pressione nell’avvertire che si è in debito con quelle richieste e che prima  o poi devi esaudirle

Pressione che si avverte in ogni parola..comportamento e che mi allontana, evitando anche il dialogo

Pressione di sensi di colpa che continuano a ripetermi che non è giusto tenere in bilico chi ti vuole bene

 

Pressione nel sapere che non riesci  a far felice le persone che ami…non completamente

Pressione che da la Sensazione costante di avere il tempo contato per i tuoi momenti di sfogo…

Pressione  che non ti fa vivere serenamente alcuni momenti della tua vita perché  ti fanno sentire egoista..

 

Pressione nel sentirsi dire che non fai niente per cambiare questa sensazione…

Pressione di sentirsi telecomandati a distanza..

Pressione intesa come il divieto di pensare qualche volta a senso unico, per poterti capire e risolvere

 

Pressione come ribellione a ogni imposizione..

Pressione nell’essere ripresa in tutto ciò che faccio

Pressione da parte di tutti..che si aspettano sempre che sia impeccabile in ogni mio comportamento..

 

La verità’ è che sono stufa caro diario..sono un essere umano e ho il sacrosanto diritto di fare i miei sbagli e di vivere come voglio..

Ho il diritto di pensare solo a me certe volte, per chiarirmi, per risolvermi e per appagare esigenze solo mie..

Per poter dare agli altri e necessario star bene con se stessi prima di tutto….

Mi sento soffocata..mi manca il respiro,e ho solo l’impeto di scappare via  lontano da tutto e tutti…

 

So che fuggire non serve, quindi affronterò’ tutto ancora una volta…. chiedo solo tempo…ma ILLIMITATO…basta misurare..quantificare precisare,.puntualizzare,basta regole o divieti..eccetto uno: VIETATO VIETARE!

Per indole do sempre l’anima..tutta me stessa, non mi risparmio e preferisco rimetterci il piu’ delle volte..ma se qualcuno fa il furbo, pensa di giostrarmi a piacimento,o diventa pesante..mbè, inizio a far un passo indietro e li non rispondo di me…

 

Ecco qui dei pensieri che condivido e che rispecchiano una mia filosofia di vita